perché “conoscere, francesco”

ho scelto “conoscere, francesco” per fare della scrittura un modo per conoscere cose nuove e far conoscere me stesso attraverso ciò che mi appassiona e interessa.

è una virgola che divide e non un punto, è una piccola pausa.

è tutto minuscolo per il timore di esagerare, perché a fatica posso colmare i miei spazi vuoti ma non ho la pretesa di fare lo stesso per gli altri.

conoscere è un modo di capire, un modo di vivere e a volte di sopravvivere, di costruire linee, confini, direttrici per poi distruggerli e ricominciare.

“conoscere, francesco” è un modo per conoscere il mondo insieme a me e per conoscere il mio di mondo.

senza pretese e con un pizzico di coraggio in più.